Grotta di San Corrado

Grotta di San Corrado. A pochi metri dall’uscita secondaria della Chiesa di San Michele si trova, a destra, la via Cuccinelli. Percorrendola per un breve tratto si arriva su una terrazza da cui si può ammirare la Valle dell’Anapo ed una ampio e suggestivo panorama.
Sulla sinistra, tra le pareti rocciose, si possono intravedere alcune grotte. Tra queste la più famosa è la grotta di San Corrado.

palazzolo acreide grotta di san corrado
Costone della "Grotta di San Corrado" (Photo: Archivio Istituto Studi Acrensi)

Si tramanda, infatti, che in questa grotta, usata in epoca bizantina come abitazione, trovò rifugio temporaneo l’eremita Corrado Confalonieri, verso la metà del sec. XIV.
Diffondendosi il culto di San Corrado, i fedeli ingrandirono la grotta alle attuali dimensioni e la trasformarono in una chiesetta rupestre, con l’aggiunta di un altare di cui rimane il basamento; nella parete di fondo si notano tracce di affreschi.
Guardando sulla destra, invece, si scorgono altre grotte nelle quali sono stati rinvenuti utensili di selce risalenti al Paleolitico Superiore e che sono esposti al Museo Archeologico Regionale di Siracusa.

Condividi con - Share with